#IlPintus "L'editoriale"

Calcio si riparte: forse, chissà, ma non diciamo fesserie. E' scontro Nord - Sud

Tante, troppe incertezze. Tanti, troppi contagi però al Sud c'è chi ipotizza il ritorno in campo per i campionati regionali, al Nord la pensano diversamente...

Salvatore Pintaudi
15.12.2020 08:58

Solo gare di andata o forzare le tappe e completare normalmente i campionati? L'interrogativo non è di semplice risposta, anche perchè c'è da fare i conti con una curva epidemiologica che non sta lasciando scampo ad interpretazioni. A Roma in queste ore si parla di "blindare" il Santo Natale, ma il calcio dilettantistico regionale pensa di ripartire nel mese di gennaio. 

Italia tagliata in due purtroppo non è la prima volta, anzi è una storia che si ripete e non solo per il calcio, direi un problema "storico". Comunque, vengo subito al punto.

I comitati regionali del Nord Italia puntano a riprendere in sicurezza non prima di marzo 2021 e completare solamente il girone di andata, con eventuali play off e play out. Un dato di fanno, sia chiaro nessuna invenzione giornalistica, siamo ben oltre il chiacchiericcio, se è vero per come lo è che la richiesta è stata discussa nell'ultimo Consiglio Federale e sembra abbia trovato anche parecchi "sponsor". 

Al Sud si pensa invece di riuscire a concludere la stagione in modo più o meno regolare a partire da gennaio. Il presidente del comitato regionale Santino Lo Presti ieri ha dichiarato al quotidiano catanese La Sicilia: «La Sicilia ribadisce che si procederà regolarmente al completamento dei campionati con andata e ritorno. Il tutto vincolato al via libera dopo il 15 gennaio. Noi come Comitato regionale abbiamo impegnato la somma di 100mila euro per i tamponi rapidi e valuteremo se trovare altre risorse per giocare in sicurezza». A Lo Presti ha fatto sponda il presidente della Puglia Vito Tisci che ha addirittura già "stilato un piano di ripartenza dell'attività ufficiale che prevede la ripresa dei campionati regionali e provinciali il 31 gennaio 2021".

Nessuno fino a questo momento ha "ascoltato" il parere dei presidenti di società, nessuno ha guardato oltre il portone di casa, ma neppure si è affacciato alla finestre per vedere cosa sta succedendo. Nessuno purtroppo ha compreso che la "corazzata" Covid-19 sta continuando ad avanzare!!! 

Sant'Agata due grandi colpi di mercato: Meduri e Mistretta
Troina - Castrovillari ancora un rinvio per Covid