Promozione gir. B

S.S. Milazzo, nessun acquirente e pretese dei giocatori infondate

Risponde così la società mamertina dopo le dimissioni dell'allenatore e la presa di posizione dei giocatori.

Salvatore Pintaudi
21.12.2020 22:59

Una volta i panni sporchi si lavavano in famiglia, oggi si lavano in piazza… ovvero su Facebook.

Ed è così che, anche la società del Milazzo, per risponde a Caragliano ed ai giocatori, che nei giorni scorsi hanno “urlato” tutto il loro disappunto per la gestione societaria in questi mesi di pandemia, utilizza il social per antonomasia.

I campionati dilettantistici regionali sono bloccati dal 26 ottobre, causa emergenza sanitaria legata al covid, ma gli addetti ai lavori esigono risposte, vogliono conoscere ciò che sarà del loro futuro. Diciamo pure chiaramente, cosa succederà degli accordi economici presi nel mese di agosto. Inutile dire che più incertezza c’è, più crescono i malumori quindi: 1, 10, 100 situazioni come quella “scoppiata” a Milazzo, sono pronte (o forse lo hanno già fatto sottotraccia), a invadere la cronaca calciofila siciliana.

La risposta della società messinese, come dicevamo è arrivata questo pomeriggio ed è tesa a confermare la bontà del progetto e ad assicurare giocatori e tifosi che l’attuale dirigenza, non ha messo e non ha intenzione di mettere in vendita il glorioso sodalizio.

Di seguito il comunicato pubblicato sulla pagina Fb della società S.S. Milazzo.      

Alla luce di ciò che abbiamo letto sui social e sulla stampa non possiamo che rimanere esterrefatti e meravigliati. Mai letta una simile mole di notizie così poco veritiere. Cerchiamo di ristabilire la verità con queste poche righe. A seguito delle dimissioni improvvise del Mister Caragliano e del suo staff, delle quali la società non era stata preventivamente informata, apprendiamo di una serie di malumori espressi dai giocatori della Ss Milazzo. Premesso che in data odierna non esiste alcun "probabile acquirente" e che le dimissioni così repentine di Caragliano non ci hanno ancora fatto valutare altri nomi di allenatori, riteniamo infondate le affermazioni fatte dai giocatori: residuali rimanenze sui rimborsi spesa di pochi giocatori, comunque ampiamente ristorati dai bonus statali, non possono costituire un ostacolo per il progetto imbastito dalla SS Milazzo, soprattutto in un momento così particolare a livello mondiale. Altresì, rimostranze sulle strutture sportive non sono assolutamente da imputare alla società. Altre voci e pettegolezzi non appartengono assolutamente a questa dirigenza. Rassicuriamo comunque i nostri tifosi che, anche se non si conoscono le modalità di ripresa dei campionati, la SS Milazzo opererà sempre e solamente nell'interesse del simbolo che portiamo sulla nostra maglia.

Gli highlights di Città di Sant'Agata - Fc Messina
6.000 euro per ogni società della Serie D