Atri Sport

Domenica 6 giugno a Capo d'Orlando la: #1000kmNoLimits

La manifestazione è organizzata dalla Fondazione Decathlon e dall’Associazione “NoLimits Al di là del muro”. L'obiettivo durante la giornata con ogni forma di attività è quello di percorrere 1000 km

03.06.2021 10:32

Il connubio tra la Fondazione Decathlon e l’Associazione “NoLimits Al di là del muro” nasce nel 2019, con il progetto “Snorkeling NoLimits”. Tale progetto ha inteso rendere fruibile la pratica dello snorkeling per gli ospiti della “Spiaggia NoLimits”, un lido attrezzato ed accessibile gratuitamente a persone con disabilità sito a Capo d’Orlando (ME). La sinergia tra le due realtà, ha dato vita ad una nuova iniziativa, che vuole celebrare lo sport organizzando occasioni di pratica inclusiva di tutte le abilità. Sotto il nome di “#1000kmNoLimits” si cela infatti l’invito e la sfida a partecipare il 6 Giugno al Foundation Day, promosso nel pieno rispetto delle stringenti misure anti-COVID in vigore. Durante la giornata infatti, liberi da iscrizioni e “passaggi dal via”, si potranno percorrere, con ogni forma di attività (running, walking, bike, roller, wheelchair…) delle distanze, che contribuiranno a raggiungere l’obiettivo prefissato dei 1000 Km complessivi. La partecipazione è libera e, scaricando l’App Decathlon Coach o con propria App di monitoraggio, potrà avvenire a Capo d’Orlando o in ogni luogo ci siano amanti dello sport e del benessere. Le distanze percorse da ciascuno e registrate, potranno essere condivise “fisicamente” nella postazione sul Lungomare Ligabue (Capo d’Orlando, fronte Lido NoLimits), oppure condivise on line sulla pagina facebook dell’Associazione NoLimits o di Decathlon Milazzo a partire dalle ore 8:00 del mattino del 6 giugno ed entro le ore 20:00 dello stesso giorno. Il progetto, patrocinato dal Comune di Capo d’Orlando, data la natura e lo scopo, intende coinvolgere tutte le scuole, le associazioni del territorio e le singole persone (comprese quelle in situazione di Handicap) che condividano il medesimo valore dell’inclusione. Il progetto vuole anche porre un accento sull’importanza del rispetto dell’ambiente per cui, considerato che le varie attività svolte in sinergia tra Decathlon e l’Associazione NoLimits, si svolgono proprio sulla spiaggia, si è pensato di coinvolgere anche i “Volontari Capo d’Orlando pulita”. Verranno, pertanto, conteggiati anche i km percorsi dai volontari di questo servizio ambientale, nella loro attività di pulizia della spiaggia. Decathlon supporterà il progetto avvalendosi dei propri mezzi di comunicazione, unendo le forze con le realtà locali e l’Amministrazione comunale. “Grazie all’associazione NoLimits, abbiamo potuto affermare ancora una volta la nostra mission: rendere lo sport accessibile. Sviluppiamo e favoriamo il volontariato aziendale in Italia dal 2005 in piccoli e grandi progetti di inclusione che vedono protagonisti i collaboratori. Per questo motivo, sostengo con fierezza il progetto della spiaggia accessibile ed inclusiva nato a Capo d’Orlando. L’evento del Foundation Day vuole essere un semplice invito a mettersi in moto, nella forma che più è congeniale a ciascuno\a e celebrare così la bellezza del valore che una partnership può apportare alla comunità”. Nicoletta La Torre, External & Corporate Communication Manager, Decathlon Italia. “La partnership tra Decathlon e l’Associazione NoLimits (che opera nel territorio dal 2016) è stata ed è una concreta realizzazione del nostro precipuo scopo statutario: abbattere ogni barriera culturale e/o architettonica nei confronti di ogni diversità (diversabilità, diversità di etnia e di cultura, diversità di genere, ecc). Lo sport, infatti, è inclusivo per sua stessa natura e ci accomuna a Decathlon nella finalità di “attraversare i muri” delle difficoltà, di superare le barriere mentali che fanno considerare un limite ciò che non lo è realmente”. Patrizia Galipò, Associazione “NoLimits Al di là del muro”.

Serie D, il Dattilo vince a Cittanova, il Biancavilla a tempo scaduto batte il San Luca
Eccellenza, domenica si gioca per l'accesso alle semifinali. L'Igea a Giarre