Basket

Alma Patti quarta vittoria consecutiva

La formazione pattese vince al Modigliani Forum di Livorno 73-56 contro Jolly Acli. Un inizio 2021 semplicemente fantastico per il quintetto di coach Buzzanca

Redazione
23.01.2021 22:07

Aprono bene le siciliane con uno 0-6 di parziale che costringe coach Pistolesi al time out dopo meno di due minuti di gioco. Livorno ci prova con Patanè, Giangrasso e Orsini ma il referto non si muove. A 7′ Virginia Galbiati firma lo 0-8, Livorno entra in partita con Orsini e la tripla riuscita di Giangrasso per il -3.
Un fallo fischiato a fil dei 24″ costa a Pistolesi un tecnico per proteste che Galbiati realizza. Torna a referto Marta Verona, dai liberi si vede Rosa Cupido. È il 5-11 che Ceccarini accorcia sul -4 e la Jolly sul -1 con due giri in lunetta. Patti chiude però sul +4 i primi dieci di gioco grazie ad un mini parziale di 2-5 finale (13-17).

La bomba di Claudia Coppolino fa alzare in piedi la panchina dell’Alma per il 20-13 ad apertura del secondo quarto. Sassetti e Ceccarini danno segnali di una Jolly in partita e tocca ad Orsini portare le labroniche sul -2 (18-20). Buzzanca da spazio a Sciammetta, ma chiama anche time out a 6′: Patti ha infatti perso smalto, senza punti da ben tre minuti e pesa il 35% al tiro. Nulla cambia per le siciliane, a 4′ arriva la parità di Livorno (20-20), ma anche la risposta di Giorgia Manfrè. Galbiati riaccende l’Alma grazie all’assist di Rossana Boccalato, la Jolly ristabilisce però la parità con quattro punti consecutivi e va sul +5 con una bomba, un giro ai liberi e tiro piazzato.
L’Alma – che non segna ormai da 8′ – trova un punto dai liberi con Verona (31-27) e due da Cupido. Il secondo quarto si chiude con le siciliane comunque in svantaggio 31-29.

Il terzo quarto rimane comunque aperto, ma l’Alma decide di gestirlo da far suo. Cupido mette i punti del pareggio, c’è la tripla di Livorno, ma anche la risposta di Verona (34-31). Sull’asse Galbiati-Manfrè arriva il-1, poi proprio la numero 7 pattese si mette in proprio per il 34-37 (3-8). Pistolesi chiama ancora time out, ma l’Alma non smette di segnare fino al sedicesimo punto del parziale realizzato da Manfrè dall’angolo. Sul 34-42 va a referto De Giovanni con una penetrazione a sinistra, ma Galbiati “azzanna” il quarto con la tripla del 36-45 (+9), mentre Verona strappa un rimbalzo che manda a referto per il +11 a 2′. Nel finale segnano Ceccarini, ma anche Boccalato con la tripla del 38-50. Il canestro che chiude il quarto è un buzzer beaten di Marta Verona, che con l’aiuto della tabella mette il canestro più spettacolare della gara. Il parziale del quarto è un insindacabile 8-24.

È bella l’apertura dell’ultima frazione, dove entrambe le squadra vanno a canestro con continuità. Con De Giovanni la Jolly Acli si porta sul -10, Evangelista divora il -8 e Patti punisce con Manfrè e Boccalato. Coach Pistolesi richiama le sue in panchina sul 45-59 a 5:45″ e la squadra reagisce con il canestro di Ceccarini. Il sessantunesimo punto di Patti è il quattordicesimo realizzato da Giorgia Manfrè e la partita è di fatto finita, nonostante i quattro punti consecutivi di Orsini. Il tecnico a Cupido porta Livorno sul 63-52, ma in attacco la play campana si fa “perdonare” con un assist perfetto per Manfrè. I ritmi si abbassano e la partita per Patti va in ghiaccio: l’Alma batte Jolly Acli 73-56.

Dopo un mese di assenza la formazione del presidente Attilio Scarcella ritroverà il PalaSerranò tra una settimana esatta. Sabato 31 gennaio c’è già la palla a due (ore 19:30) conto Acciaierie Valbruna Bolzano.

 

L'Igea è stanca di aspettare e chiede di sapere quale sarà il destino della stagione calcistica
Torrenova sconfitta onorevole